Archivio per marzo, 2015

27 marzo 2015
Commenti disabilitati su Le tipologie dell’assicurazione credito

Le tipologie dell’assicurazione credito

Se l’assicurazione per i crediti di un’impresa costituisce un imprescindibile strumento contro i potenziali rischi di insolvenza della sua clientela, è interessante notare che ne esistono numerose tipologie, ciascuna legata all’attività principale svolta dall’impresa, alla sua dimensione, nonché al mercato di riferimento in cui essa prevalentemente opera, in particolare, a seconda che la sua attività sia svolta in territorio nazionale o estero.

6 marzo 2015
Commenti disabilitati su I carrelli per movimentazione manuale dei carichi sul lavoro e a casa

I carrelli per movimentazione manuale dei carichi sul lavoro e a casa

Nell’ambito della sicurezza sui luoghi di lavoro tutti sanno che sono necessari determinati attrezzature e strumenti per la movimentazione manuale dei carichi, che aiutano il lavoratore a compiere operazioni di spostamento e trasporto dei carichi pesanti.

6 marzo 2015
Commenti disabilitati su Un modo semplice, veloce ed economico per conservare il filamento di stampa 3D asciutto.

Un modo semplice, veloce ed economico per conservare il filamento di stampa 3D asciutto.

Come conservare il filamento di stampa 3D asciutto? Basta procurarsi sacchetti per sottovuoto, utilizzati in genere per conservare vestiti e biancheria, proteggendoli da acqua, odori, muffa, polvere e parassiti. Attenzione a comprare solo il tipo di sacchetti che rispecchia queste specifiche caratteristiche: essere dotato di valvola che permette di aspirare tutta l’aria con un normale aspirapolvere; avere la doppia cerniera, per garantire una buona tenuta; essere della migliore qualità per risultare più adatto alla conservazione del filamento; avere una misura preferibilmente di 50×60 cm; essere trasparente, per poter riconoscere il filamento conservato in ogni specifico sacchetto.

6 marzo 2015
Commenti disabilitati su Il filamento di stampa 3D e il problema dell’umidità

Il filamento di stampa 3D e il problema dell’umidità

Sapevate che alcune delle vostre stampe 3D potrebbero non essere andate parzialmente o totalmente a buon fine a causa dell’umidità contenuta nel filamento utilizzato? Un tipo di umidità che è generalmente invisibile ad occhio nudo. Avrete imputato la pessima qualità della stampa 3D alle impostazioni di stampa, alla stampante stessa, alle sue caratteristiche, senza aver individuato la causa reale del problema: l’umidità contenuta nel filamento di stampa usato.

Il filamento possiede la qualità intrinseca di attrarre le molecole di acqua presenti nell’ambiente circostante, nota come igroscopia. I nylon saturano nell’acqua in sole 18 ore se esposti all’aria; materiali come PVA, filamento speciale usato per creare strutture di supporto, PLA o ABS, sono estremamente igroscopici e devono essere conservati in scatole sigillate o contenitori speciali, altrimenti attrarrebbero così tanta acqua dall’ambiente circostante da essere inutilizzabili. La proprietà di attrarre acqua è alla base dei seguenti problemi: aumento della fragilità, del diametro, ebollizione, deterioramento o rottura del filamento, con conseguenti complicazioni durante il processo di stampa. Inoltre, un filamento di stampa 3D che abbia assorbito acqua necessita di una più alta temperatura per un’estrusione corretta. In ogni caso, il livello di gravità di questi problemi dipende fortemente dal tipo di filamento.