12 giugno 2015
Articolo scritto da admin

Le conseguenze dannose della muffa

La muffa che si crea in casa quando è  eccessiva può praticamente far marcire le pareti e di conseguenza  creare gravi problemi alla salute. La muffa infatti emette delle spore che sono caratterizzate dal fatto di essere molto resistenti e leggere, quasi invisibili, quindi si disperdono nell’aria che respiriamo ogni giorno.

Questi funghi causati dalla muffa durante la crescita formano un’ infinità di spore finissime che si diffondono nell’aria e vengono disperse nell’ambiente, venendo di conseguenza continuamente respirate da chi si trova nelle vicinanze e vive negli ambienti dove si genera.  Ve  ne sono oltre 10.000 specie e alcune di esse costituiscono seri  e accertati pericoli per la salute. Inoltre le tipologie  più pericolose non sono facilmente riconoscibili,in quanto non hanno né  colore, né struttura né grandezza particolari ma sono distinguibili solo al microscopio.

Le conseguenze dannose che derivano dall’avere della muffa in casa è quindi non solo quello di portare le pareti a marcire ma soprattutto quello di creare problemi di salute gravi per chi la respira quotidianamente. Una volta che le spore della muffa vengono inalate sono intrappolate nelle nostre mucose dove cercano di svilupparsi sebbene il nostro sistema immunitario ci avverta della loro presenza con tosse o irritazioni a occhi, naso, faringe, episodi di cefalea, tosse secca, prurito, asma o altre difficoltà respiratorie. A lungo andare la muffa  può dar luogo a patologie che interessano molti organi vitali, dall’apparato gastrointestinale a quello respiratorio, dal sistema nervoso centrale a malattie alle mucose. Altre conseguenze poi colpiscono cute, occhi, mucose, causano raffreddori, crisi di panico, problemi di memoria, cambiamento di umore, difficoltà di concentrazione, mal di testa, febbre, asma e pruriti cutanei.
In particolare le bronchiti in particolare nei bambini possono essere causate da presenza di muffe negli ambienti comunemente frequentati dai più piccoli.

Categoria: Casa

Commenti chiusi.