18 aprile 2011
Articolo scritto da Writer

Mutuo, quanto mi costi!

Cari giovani e care famiglie che state pensando di accendere un mutuo, dovete sapere che il costo che andrete a sostenere non è dato solo dalla somma dell’importo delle rate e dei relativi interessi. Infatti accedere ad un finanziamento significa aggiungere agli interessi e al capitale da rimborsare, anche moltissime altre somme che corrispondono alle spese connesse all’accensione del vostro mutuo e alla gestione delle relative pratiche.

Partiamo dall’istruzione della pratica, che comporta una cifra compresa tra i centocinquanta e gli ottocento euro. Vi sono poi le spese della perizia tecnica dell’immobile che si aggirano intorno ai duecento, trecento euro.  Altro denaro è poi richiesto per  la polizza di assicurazione contro i possibili incendi o gli scoppi. La somma da versare in questo caso tiene conto del valore totale del mutuo.

Anche la stesura del contratto comporta una spesa non indifferente perchè la parcella del notaio si aggira intorno, per un mutuo di cinquantamila euro, ai millecinquecento euro.
A questo punto, l’ipoteca deve essere iscritta ed ovviamente anche questo ha dei costi pari allo 0,25% pagato sotto forma di imposta sostitutiva nel caso in il mutuo venga rilasciato da un istituto di credito e un costo del 2% del valore dell’immobile stesso nei casi in cui il finanziamento venga concesso da un istituto di credito.
Le spese, come è possibile constatare, sono molte e sono parecchio salate ed è quindi necessario tenerle in considerazione, andando a scegliere il tipo di mutuo più conveniente e con meno discriminanti per il vostro reddito che eviterà di essere ulteriormente stressato.

Non lasciatevi convincere quindi da chi pubblicizza un mutuo senza spese perchè le spese, come abbiamo appena visto, ci sono e vanno ad incidere parecchio sul totale dell’importo che andrete a pagare alla vostra banca o all’istituto di credito che vi finanzierà.

Categoria: Casa, Mutui

Commenti chiusi.