17 luglio 2012
Articolo scritto da tymba

Stufe a legna: differenze con il camino

Il fuoco, si sa, è l’elemento simbolo del calore e del riscaldamento fin dalla notte dei tempi e anche oggi, pur circondati da elementi tecnoligici e hi-tech su tutti i fronti, continuiamo ad amare pazzamente lo scoppiettìo della legna durante le lunghe e fredde giornate invernali.

Le stufe a legna rappresentano un modo economico, poco inquinante e bello da vedere per rendere caldo e accogliente l’ambiente di casa quando il termometro è vicino allo 0: esse coniugano perfettamente il meglio della tradizione e del fascino antichi con i moderni ritrovati della tecnologia odierna, accorgimenti cioè che ne rendono massime la resa e l’efficienza.

Qualcuno potrebbe obiettare che, in realtà, la stufa a legna sia, in fondo, più o meno la stessa cosa del caminetto ma, pur avendo evidentemente punti inequivocabili di contatto con esso,  se ne differenzia sotto alcuni aspetti sostanziali.

Innanzitutto a differenza del camino la stufa ha il focolare chiuso da uno sportello che permette un controllo maggiore della combustione: la quantità di calore di cui l’ambiente necessita è pertanto regolata dall’aria utilizzata.

La stufa a legna, per rendere davvero al meglio, deve essere caricata più volte durante il giorno (il caminetto meno, di solito), ma può essere installata in una stanza qualsiasi e in qualsiasi punto di essa, rispondendo quindi meglio alle esigenze della famiglia, mentre il camino è fisso e non può essere spostato.

Le stufe a legna di tipo classico diffondono calore per irraggiamanto, ma quelle di moderna concezione, oggi sempre più utilizzate all’interno delle case degli italiani, riscaldano soprattutto per convenzione, ovvero con l’immissione di aria calda in maniera naturale (moto spontaneo) o forzata (supporto di ventole elettriche): stiamo parlando delle termostufe e dei termocamini, due sistemi di riscaldamento che fondono perfettamente le migliori qualità del classico camino e della vecchia stufa in un macchinario innovativo che però mantiene intatto tutto il fascino del passato.

Categoria: Arredamento, Casa

Commenti chiusi.