26 novembre 2015
Articolo scritto da admin

La stampa 3D nello sport

La rivoluzione della stampa 3D è arrivata anche nello sport. Ryan Fackelman, studente e designer americano, appassionato fan di Hockey ha sviluppato la sua personale versione del guanto da Hockey in grado di ridurre il rischio di infezioni dovute ai batteri che si annidano nell’attrezzatura lavata non frequentemente.
L’idea di Ryan è di inserire all’interno un guanto in tessuto lavabile “imbevuto” di anti microbici. Questa soluzione, grazie agli antimicrobici, riduce di molto il rischio di funghi e infezioni, in aggiunta la possibilità di estrarre il guanto in tessuto e lavarlo facilmente è un plus di non poco conto nella direzione di maggior igene per i giocatori.
Designer esperto di solid works, Ryan è riuscito a progettare il guanto in 3D ed a realizzarlo con la stampa 3D e grazie ai filamenti flessibili come Ninjaflex è riuscito ad ottenere il risultato voluto.
La stampa 3D gli ha permesso di realizzare il guanto in modo ecologico in quanto, con i pezzi intercambiabili, quando una parte è troppo usurata è possibile sostituire solo quella senza dover cambiare tutto il guanto.
Al momento Ryan sta lavorando ad un nuovo progetto del quale non ha voluto dare nessuna anticipazione se non che sarà un dispositivo in grado di aiutare i non vedenti a praticare sport.
La stampa 3D è destinata ad entrare sempre più in ogni aspetto della nostra vita grazie a persone creative come Ryan.

Categoria: Generale

Commenti chiusi.